Music from All Tv Series

Fleabag – 1×02 – Untitled

Dopo averlo ascoltato nel trailer di Tom at the Farm di Xavier Dolan, “Sail”, primo singolo della band indie rock statunitense Awolnation, è presente nel secondo episodio della 1° stagione dell’ottima serie britannica Fleabag con Phoebe Waller-Bridge.

 

This is Us – 2×07 – The Most Disappointed Man

“Time after Time” di Eva Cassidy chiude il settimo episodio della 2° stagione di This is Us. Il brano, eseguito dal duo musicale statunitense Tuck & Patti, lo ritroviamo nel secondo episodio della 3° stagione di Dawson’s Creek. La versione originale di Cindy Lauper conclude la 2° stagione di Stranger Things durante il romantico ballo invernale della Hawkins Middle School.

Peaky Blinders – 2×05 – Untitled

“What he wrote” di Laura Marling è presente nel 5° episodio della seconda stagione di Peaky Blinders. La cantautrice britannica è autrice tra le altre cose di un cortometraggio ispirato al suo album intitolato “Once I Was An Eagle”:  Short Film “When Brave Bird Saved”.

Ray Donovan – 5×12 – Time Takes a Cigarette

“Rock ‘n’ Roll Suicide” di David Bowie accompagna Ray e sua moglie Abby sul tetto di un grattacielo di Los Angeles durante la sequenza finale di una non impeccabile 5° stagione. La cover brasiliana del brano, interpretata da Seu Jorge, la ritroviamo nel film di Wes Anderson The Life Aquatic with Steve Zissou“.

This is Us – 2×01 – A Father’s Advice

“Hello stranger!”, lo sguardo di Natalie Portman incrocia quello di Jude Law nella scena iniziale del film Closer  di Mike Nichols sulle note del capolavoro “The Blower’s Daughter” di Damien Rice. Nel finale del primo episodio della seconda stagione di This is Us ritroviamo il cantautore irlandese con la delicata cover di One” degli U2.

Twin Peaks – 3×10 – The Return Part 10

Puntualmente ci troviamo di nuovo nel The Bang Bang Bar dove Rebekah Del Rio canta il brano intitolato “No Stars” in chiusura di episodio accompagnata alla chitarra niente poco di meno che da Moby. L’artista, che eseguì a cappella “Llorando” in un altro film di David Lynch (Mulholland Drive), apparve anche in un cameo nel sottovalutato Southland Tales di Richard Kelly interpretando l’inno nazionale degli Stati Uniti d’America “The Star Spangled Banner” nel terzo atto del film.

Twin Peaks – 3×02 – The Return Part 2

Dopo aver scandito il ritmo del folgorante prologo di Drive del danese Nicolas Winding Refn con l’ipnotico “Tick of the clock, i Chromatics lasciano il segno eseguendo “Shadow” all’interno dell’iconico locale Roadhouse e chiudendo nel migliore dei modi il secondo capitolo della terza stagione di Twin Peaks di David Lynch.

13 Reasons Why – 1×10 – Tape 5, Side B

“Atmosphere”, uno dei brani più rappresentativi dei Joy Division (gruppo post-punk inglese presente con “Love Will Tear Us Apart” nel capolavoro cult Donnie Darko di Richard Kelly), già ascoltato tra l’altro nella sua versione originale nell’episodio pilota di Stranger Things, è qui rivisitato dalla band newyorkese dei Codein formata nel 1989 da Stephen Immerwahr, Chris Brokaw e John Engle.

13 Reasons Why – 1×05 – Tape 3, Side A

“The night we met” dei Lord Huron è uno dei titoli più interessanti del quinto episodio di una delle serie più chiacchierate del 2017 intitolata 13 Reasons Why e incentrata sul tema del bullismo scolastico. Da ricordare del gruppo indie-folk californiano anche “Ends Of The Earth”, brano contenuto nello splendido finale notturno, innevato e malinconico della terza stagione di Shameless.

This is England ’90 – 1×03 – Autumn

“Experience” del maestro Ludovico Einaudi accompagna egregiamente per l’ennesima (forse purtroppo ultima) volta i giovani protagonisti della serie di culto inglese targata Channel 4 di Shane Meadows dopo aver contribuito a rendere indimenticabile una delle migliori sequenze di Mommy,  film del prodigioso regista canadese Xavier Dolan già pluripremiato a Cannes.

Ray Donovan – Trailer (Season 3)

Per il trailer della terza stagione di Ray Donovan Showtime si affida con ottimi risultati all’emozionante cover di “California Dreamin'” eseguita dal coro di voci femminili Scala & Kolacny Brothers. Da segnalare come molti brani del gruppo musicale belga siano arrangiamenti corali di famosi musicisti e gruppi come Coldplay, Metallica e Radiohead.

True Detective – Opening Song (Season 2)

Dopo “Far From Any Road” del gruppo The Handsome Family nella prima stagione, l’affascinante e misteriosa sigla della seconda stagione di True Detective (con Colin Farrell [promosso], Vince Vaughn [bocciato], Rachel McAdams [promossa] e Taylor Kitsch [rimandato]) è accompagnata dalle note di “Nevermind” di Leonard Cohen: “Non importa, non importa, vivo la vita che mi sono lasciato alle spalle. C’è una verità che vive e una verità che muore, non so quale, quindi non importa”.

House of Cards – 3×13 – Chapter 39

L’episodio finale della terza stagione di House of Cards si apre con il brano “The sun is shining now” di JJ Grey & Mofro tratto da un disco del 2009 intitolato “The choice cuts”. Una ballata soul con venature blues (sulla scia di Otis Redding o Al Green) che segue la giornata della coprotagonista Rachel tra casa, lavoro e paesaggi desertici.

The Killing – 4×06 – Eden

“Peace of mind” del quartetto di origini australiane The Jezabels è la colonna sonora perfetta per lo struggente e romantico finale di The Killing. Per sintetizzare al meglio il significato della storia d’amore tra Linden e Holder citiamo in questo caso un tweet del regista canadese Xavier Dolan: “Been watching video montages of Holder and Linden all night to understand what love is”.

The Young Pope – 1×08

Anna-Lynne Williams, voce e chitarra dei Trespassers William, cantautrice solista con l’alias di Lotte Kestner, reinterpreta “Halo” di Beyonce nell’ottavo episodio della serie di Paolo Sorrentino targata Sky-HBO. “Sorrentino initially considered using that version—he calls the original song “one of the finest and most important pieces of pop music of recent years,” leaving us to wonder what The Young Pope would look like if it had included a genuine Beyoncé selection. But he describes the eventual choice as “equally fine and less invasive, hence more useful for making the strength of the story and of the images stand out.”

Westworld – 1×01 – The Original

Arrangiamento di Ramin Djawadi (gia noto per le colonne sonore di Game of Thrones, Prison Break e Iron Man) della celebre “Paint it Black” dei Rolling Stones che accompagna una splendida sparatoria  in slow motion e in stile spaghetti western.

Westworld – 1×10 – The Bicameral Mind

L’imponente debutto di Jonathan Nolan sul piccolo schermo, che verrà ricordato in primis per la maestosità delle location (e del budget), per la solidità della regia nolaniana (buon sangue non mente), per la meticolosità della sceneggiatura e per le convincenti performance degli interpreti principali, da Antony Hopkins a Evan Rachel Wood, viene inserito nella nostra rubrica grazie al brano elettronico “Candy Castle” dei Glass Candy che accompagna una destabilizzante sequenza tra sesso e violenza durante l’ultimo episodio della prima stagione. Come non citare in quest’occasione “Digital Versicolor”, brano cult di uno dei migliori film, purtroppo meno celebri, di Nicolas Winding Refn, Bronson.

The Walking Dead – 6×12 – Not Tomorrow Yet

Nella scena finale del dodicesimo episodio della sesta stagione di The Walking Dead i protagonisti sembrano aver preso possesso di una delle postazioni dei Salvatori guidati da Negan (strepitosa e destabilizzante performance di Jeffrey Dean Morgansulle note del brano “Arsonist’s Lullabye” del giovane cantautore irlandese Hozier.

Stranger Things – 1×01 – Chapter One: The Vanishing of Will Byers

“Atmosphere” è un brano musicale dei Joy Division già citato in riferimento alla serie 13 Reason Why pubblicato come singolo per la prima volta il 18 marzo 1980. La commovente voce di Ian Curtis si cimenta sul seguente indimenticabile testo:  “Walk in silence, Don’t walk away, in silence. See the danger, Always danger, Endless talking, Life rebuilding, Don’t walk away. Walk in silence, Don’t turn away, in silence. Your confusion, My illusion, Worn like a mask of self-hate, Confronts and then dies. Don’t walk away. People like you find it easy, Naked to see, Walking on air. Hunting by the rivers, Through the streets, Every corner abandoned too soon, Set down with due care. Don’t walk away, in silence, Don’t walk away”.

The Young Pope – 1×08

La lettera d’amore scritta da Lenny (Jude Law) alla ragazza che non ha mai avuto il coraggio di amare e il brano “Never be like you” di Flume feat Kai rendono sensazionale l’ultima sequenza dell’ottavo episodio di The Youn PopeFlume, pseudonimo di Harley Edward Streten , è un disc jockey e produttore discografico australiano mentre Kai, pseudonimo di Kim Jong-in, è un cantante e attore sudcoreano componente della subunità EXO-K.

Shameless – 5×06 – Crazy Love

“Discoloration” di Dawn Golden è una delle canzoni più rappresentative presenti nella splendida e variegata colonna sonora di Shameless. Riportiamo di seguito la recensione del brano tratta dal sito www.popmatters.com: “Discoloration begins with a few sustained organ chords, before the vocals and a minimal beat drops in. However, Discoloration is a song that gradually builds to an emotional climax as the instrumentation gets sharper and sharper, even if the overall pace of the song travels along like a snail. And, eventually, there’s a quite liberal but yet appealing use of a vocoder. Overall, it’s a nice little ballad. But then first single “All I Want” starts, and it might be a candidate for the most Coldplay-sounding track not performed by Coldplay. Tortoriello sounds remarkably Chris Martin-like and there’s the use of a plaintive piano. This is a song that’s worth attention. It’s a standout pop ditty, and, if there was any justice in the world, this would quite easily go Top 10.

Mr. Robot – 1×07 – Eps1.6_v1ew-s0urce.flv

Nel settimo episodio della prima stagione della serie rivelazione del 2016, Mr. Robot, l’ambizioso e glaciale Tyrell, in un raptus di follia, strangola Sharon (moglie di Scott Knowles, nuovo CTO della Evil Corp) dopo averla sedotta sul tetto di un grattacielo newyorkese in una sequenza disturbante sulle note di “Two Weeks” di FKA twigs.

Breaking Bad – 4×13 – Face Off

L’addio di Gustavo Fring alla serie è preceduto dalle note di “Goodbye” del musicista tedesco Sascha Ring (Apparat) che scandiscono l’arrivo del più importante distributore di metanfetamina degli Stati Uniti in una casa di riposo per il confronto finale con l’acerrimo nemico Hector Salamanca.

Stranger Things – 1×03 – Holly, Jolly

“Heroes” di David Bowie, eseguita da Peter Gabriel nell’album di cover orchestrali intitolato “Scratch My Back”, ci trascina nel dolore dei giovani protagonisti per la fittizia morte del caro amico Will Byers.